Comentarios del lector/a

Va' Dove Ti Porta...Il Treno

por Linette Chidley (2021-01-07)

 |  Publicar respuesta

Le due donne si sedettero al centro del letto, una di fronte all'altra. Poi ci accomodammo io ed il signore, ognuno dietro alla compagna dell'altro. E continuammo dove avevamo interrotto. Prese l'iniziativa la signora, sporgendosi verso la mia compagna che si sdraiò di spalle, e iniziò a leccarle la figa. Io a mia volta mi sono messo a leccare la figa della signora, mentre la mia compagna stava succhiando il cazzo dell'altro. Lei l'aveva bagnatissima ed aveva un buon odore. Dopo un po' ci invertimmo i ruoli, così mi trovai io a farmi fare un pompino dalla signora: sentivo la sua lingua muoversi in maniera divina su e giù per il mio cazzo, che ogni tanto spariva completamente nella sua bocca. "Se dovessi venire?" le chiesi. Lei si fermò un attimo e rispose: "Ingoio tutto e pulisco fino all'ultima goccia."
Sentii la mia compagna controbattere più o meno con un "Anch'io farò così" rivolto all'altro. Ma i miei piani erano diversi, o almeno era ancora presto e strinsi i muscoli pelvici per bloccare l'eiaculazione.

Si sa, il mezzo di trasporto più usato è il treno… Persone che salgono per raggiungere chissà quale destinazione, ma anche un mezzo, seppur inusuale, per dare stimoli e sensazioni elettrizzanti.
Quel suono particolare, il familiare rumore di ferro contro ferro, con il fischio inconfondibile del capotreno mentre si aprono le porte dei vagoni..... eccolo, è arrivato il mio treno! Salgo i pochi scalini, e come molta altra gente mi accingo a cercare un posto dove potermi accomodare...E finalmente, una carrozza è libera e mi siedo guardando dal finestrino il cielo limpido ... Quanti ricordi...!!!
La prima volta che sono salita su un treno, è stato in compagnia di un amico, conosciuto da poco! Dovevo fare un viaggio di 6 ore di notte, e non mi piaceva l’idea di dover intraprendere un così lungo viaggio da sola ed interamente di notte! Così, unendo l'utile al dilettevole, decisi di imbarcarmi in questo mio viaggio con lui. L'ho praticamente pregato in ginocchio di farmi compagnia, per quelle ore, e sorrido ancora quando ci penso.
Così, partimmo. Ci sediamo uno di fronte all'altro, e guardando fuori dal finestrino l'imbrunire, continuiamo la piacevole conversazione...... Non ci conosciamo ancora bene, quindi prestiamo molto interesse a tutto ciò che si dice. E mentre lo ascolto mi scopro a pensare al nostro primo incontro, a quella rosa regalata, e che ancora adesso tengo gelosamente, alle risate nell’imparare a conoscerci! Sorrido mentre lo interrompo per fargli notare il panorama. Abbiamo molti interessi in comune, ma anche molti in contrasto! e forse è questo il bello!!!
Il bello si, perchè stavamo discutendo sui gusti musicali, a me piace ascoltare le parole mentre lui è più sulla questione melodica, così estraggo il mio inseparabile lettore cd dal borsone ed alcuni dischi. Metto su le mie canzoni preferite facendogli notare le parole, poi gli faccio ascoltare delle canzoni straniere, con musiche bellissime, lente, dolci e gli dico "Ascolta! Con queste musiche io ci dormo la notte!!!" e gli sorrido. Non sembra stupito della cosa però, così aggiungo maliziosa "... e non solo per dormire!" mi cade letteralmente dal sedile del vagone, rubandomi un sorriso biricchino, -bene, ho la sua attenzione!- "A no?-risponde lui altrettanto maliziosamente- Mi domando allora a cosa possa servire!?" " Vediamo, fammici pensare!" rispondo . Il gioco incominciato per caso si sta lentamente trasformando in qualcosa di erotico.
Ed è coinvolgente, allegro, bellissimo poter giocare così! Canticchio alcune parole di una delle canzoni e improvvisamente SBLAM si apre la porta del nostro vagone, ed entra una signora anziana accompagnata da un uomo sulla 50ina "Possiamo?" chiede la signora, "Ma certo!" rispondo io, e poi mi giro guardando lui e scoppio a ridere " Vedessi che faccia che hai fatto!" gli dico, era evidentemente scocciato dalla presenza dei due. -OK, non c’è problema, penso io.
E cosa mai faccio? Comportamento indecente a puro scopo di far scappare i due indesiderati –e se ci penso adesso, ancora non me ne rendo conto- mi metto a cavalcioni su di lui, e comincio a baciarlo... -Dio quanto mi piace baciare-! Dapprima molto lentamente, per proseguire sempre più intensamente, poi anche se un tantino a malincuore mi stacco.. alcuni mugugnii usciti dalla bocca del mio lui hanno attirato l'attenzione della signora, che chiede da finta imbarazzata "ma ragazzi, cosa fate?" e io, ormai a ruota libera "Signora mia, credo abbia l'età per capirlo! E se non ha mai provato questo prima, allora mi spiace per lei." e torno a baciarlo, questa volta più sensuale. Bacio lenta, languida. Accarezzo le spalle, le braccia, le cosce fin dove riesco ad arrivare. Mi muovo su di lui con movimenti simili a leggere spinte... -Accidenti ai pantaloni- penso perchè mai ho deciso di mettere i pantaloni stamattina.
Un nuovo SBLAM, di intensità maggiore, ci fa sussultare "Che è successo?" domando guardandolo sorridere poi cominciamo a ridere di cuore. I due cari signori se ne sono andati! Cavoli, il mio espediente ha funzionato! "Bene,- dico - vedi? Ha funzionato in fondo, anche se credo abbiamo scioccato un po’ quella vecchina " "Si si, ho notato, e non solo io ho notato!" -sorridendo penso che davvero mi piace quest'uomo, è evidentemente eccitato, racconti erotici 69 e devo ammettere che la cosa mi fa molto ma molto piacere. E questo mi spinge ad essere incoerente ed istintiva! Gli sorrido dicendo " bene, devo andare in bagno un attimo!" prendo di corsa il mio borsone ed esco così velocemente, che quasi inciampo.
Quando rientro, sul viso di lui si capisce l'evidente disorientamento per quella, a dir poco strana, situazione. "Non preoccuparti!- gli dico sorridente-Vedi?- e gli faccio una piroetta di fronte- ho tolto i pantaloni e messo questa gonna...-e gliela mostro meglio- sai i pantaloni non erano adatti e alquanto scomodi!" Il sorriso che ricevo mentre spiego la situazione mi fa sentire importante. "Allora- chiedo , avvicinandomi - dove eravamo rimasti?" "Sai che non lo ricordo mica!?" risponde , e mentre mi riposiziono su di lui come ero prima, con le nostre parti intime celate dalla lunga gonna e le mie labbra a pochi centimetri dalle sue dico "bel guaio, ci tocca ricominciare dall’inizio allora!" e non ci furono più parole per un po’. Accidenti dei baci così, promettono un epilogo perfetto..... Pregustando quello che verrà, ci mettiamo a giocare, due adulti complici, che amoreggiano in treno alla vista di chiunque, e la cosa è molto eccitante, credetemi!
Mi muovo lenta sopra di lui, sorrido tra un bacio e l'altro, il mio movimento sta facendo inturgidire sempre di più il membro ancora costretto nei pantaloni... "Ti prego, liberami da questa tortura!" "Liberarti?!- rispondo fingendomi offesa- giammai!!!! Ne va della mia reputazione!" finisco fingendomi inorridita. Ma ho il cuore tenero, così mi alzo leggermente e abbasso la cerniera dei pantaloni che sono bagnati e non solo internamente, mi sento impazzire dalla voglia di possedere quel uomo! Abbasso l'indumento fino alle ginocchia e poi mi siedo su di esse, mentre le mie mani vanno sotto la sua maglietta, lo sento tremare mentre lo tocco! E tremo pure io quando le sue di mani mi accarezzano la schiena, leggere. Ricomincio la mia lenta scoperta di quel corpo sotto la maglietta, tocco, solletico sensuale e sorrido deliziata mentre assaporo le stesse attenzioni. Le sue mani arrivano a lambirmi i glutei massaggiandoli, stringendo a secondo gli stimoli che so dare a lui. E contraccambio giocando attorno all'ombelico, per poi scendere più giù, solleticando la pelle sotto la leggera peluria dello stomaco e del basso ventre! Le mia mani ora, sono arrivate all'elastico dei boxer, ed esclamo meravigliata " Boxer! E blu per giunta! Wow per me il massimo, sai adoro i boxer su un uomo e stravedo per il blu, combinazione vincente! Mi sa che devo proprio vedere cosa mai nascondono!- sorrido sorniona- Spero di trovare una bella sorpresa!" E la trovo la sorpresa, www annunci 69 mentre prendo il membro, ormai al limite, tra le mani. Stupendo!!
Si gioisce in certi casi, e impazzisce nello stesso tempo, bene, io sto impazzendo dalla voglia di possedere quella deliziosa sorpresa! Così le mani lasciano il posto alla mia 'rosellina pallida' , mi appoggio su di lui piano, molto piano.... e lentamente mi strofino, racconti erotici a69 calda e bagnata, gli faccio capire il desiderio che ho e ansimo rumorosamente mentre cerco di contenermi, voglio che anche lui possa impazzire come me..... Le mie labbra lasciano scie di fuoco mentre baciano e assaporano ogni piccolo anfratto della sua pelle che riescono a raggiungere... assaporo tra i mugugnii e pregusto l'immediato futuro quando, SBLAM, si riapre la porta del vagone.... "buona sera- dice una voce maschile- possiamo?" e subito dietro un risolino femminile.... evidentemente una coppia è appena entrata! "tesoro- dice la donna- temo siano leggermente occupati, mi sa che non si sono nemmeno accorti della nostra presenza!" e ride di nuovo. "Si lo penso anch'io- risponde l'uomo con un certo tremolio nella voce- ma mi stanno facendo... beh… vedi tesoro!?" la donna ride di nuovo." Sai- ricomincia l'uomo- in questo vagone ci sono due lati dove ci si può sedere- e probabilmente le strizza l'occhio- e ci sono solo loro qui! Che ne dici, rimaniamo e ci sediamo in quel sedile vuoto e tutto solo??" " Si, si può fare!!!" rispose lei, e dal tono di voce suppongo stava sorridendo ... cosa successe poi, non saprei, ero troppo occupata a dare piacere al mio lui! So solo che mi sono ritrovata senza indumenti mentre lui toccava impazzito di desiderio e sentivo risolini e borbottii eccitati, insomma come prima solo che a differenza non erano i nostri, per lo meno non tutti... Anche i due nuovi passeggeri avevano aderito al coinvolgimento di quella strana situazione, e ci siamo ritrovati in quattro a fare l'amore, ognuno col proprio partner, su di un mezzo pubblico! Ecco perchè mi sono ritrovata mezza nuda, il mio lui ha seguito la scena della coppia e notando che si erano semi spogliati accomodandosi sul sedile di fronte, ha ben pensato di seguire il consiglio. E comunque anch'io ormai stavo impazzendo, non m'interessava più seguire cosa stessero facendo gli altri due , volevo di più, molto di più."Ti voglio- dico al lui- ti voglio ora, adesso, subito!" e mentre pronuncio quelle parole mi alzo lentamente, e lo faccio entrare dentro di me, in quel preciso istante mi sono ritrovata in paradiso, sorridevo estasiata mentre seguivo le spinte che mi dava , mantenendo allo stesso tempo il mio ritmo!
E incredibile ma vero, nello stesso istante quattro gemiti dell'avvenuto amplesso si sono sentiti in una carrozza di un treno che correva a velocità folle in una calda notte d'estate!!!!

Añadir comentario